HomeAway: why share it?

HomeAway key frame della campagna pubblicitaria

La nuova campagna HomeAway fatta per quelli che come me guardano alla condivisione con un certo sospetto.

Nell’era della condivisione non è tutt’oro quello che luccica, HomeAway lo sa e ne approfitta.
Il nostro cibo, le nascite, le morti, i regali, le scarpe, i sorrisi, le tette, i gatti: gli hashtag si sprecano per raccontare agli altri (questi sconosciuti!) pezzi della nostra vita. E la privacy la cediamo un selfie alla volta senza porci troppo il problema.
Mangiamo, dormiamo, facciamo la doccia, litighiamo, facciamo la pace, ci innamoriamo, ci lasciamo tutto come se avessimo un pubblico ansioso di sapere quale sarà la prossima puntata della nostra vita.
E i marchi devono imparare a sfruttare la nostra vanità in un modo nuovo, con altri strumenti, utilizzando un canale di cui non si può fare a meno: la condivisione.
Anche se è diventata la parola d’ordine, non sempre è la scelta giusta.

Perché ci sono persone che amano il contatto e altre (e io sono una queste) che hanno bisogno di uno spazio personale ben definito e protetto.
Come mi è capitato spesso di scrivere, la pubblicità funziona di più quando evoca un problema, quando mostra l’inatteso, quando prende l’ovvio e lo rivolta.

Questa campagna di HomeAway, il sito per chi vuole affittare case vacanze, va esattamente in questa direzione: Why share it?
È un claim semplice, non di grande impatto, ma funziona, accidenti se funziona.
Sulle persone come me (mi manca “solo” il budget per essere in target) fa presa istantanea, perché evoca una lista non tanto breve di incidenti quotidiani fastidiosissimi e di momenti in cui la solitudine è un’oasi lontana e agognata.

Advertising Agency: Saatchi & Saatchi, London, UK
Chief creative officer: Kate Stanners
Executive creative directors: Andy Jex, Rob Potts
Copywriter: Mike Whiteside
Art director: Ben Robinson
Directors: Tim Heidecker, Eric Wareheim

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *